Arpa: dati impressionanti

Foto di Maria Rosaria SumaDiritti Riservati

Foto di Maria Rosaria Suma
Diritti Riservati

TARANTO – «I dati sul Pm10 (polveri sottili, ndr) nel 2012 al quartiere Tamburi sono impressionanti». Lo ha detto il direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, relazionando agli Stati generali dell’Agenzia regionale per l’ambiente in corso a Taranto.

«Da gennaio a luglio – ha aggiunto Assennato – la centralina della sola via Machiavelli, nel quartiere, ha rilevato 36 sforamenti. Da agosto ad oggi invece non c’è stato neppure uno sforamento. Sapete perchè? Perchè all’Ilva sono arrivati i custodi giudiziari, che hanno fatto tra l’altro abbassare i cumuli di minerali in stabilimento».

«Come è emerso dalle intercettazioni, qualcuno giocava sporco e ne pagherà le conseguenze». Lo ha detto il direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, riferendosi al contenuto di alcune intercettazioni dell’inchiesta sui vertici dell’Ilva per disastro ambientale, dalle quali emergerebbe la volontà di ex dirigenti Ilva di contrastare ad ogni costo l’Arpa e i suoi vertici.

“E’ stato detto spesso da parte degli ambientalisti che a Taranto si è arrivati a questa situazione sul piano ambientale per mancanza di controlli, ma non è vero. Così si sono delegittimati gli organi tecnici come l’Arpa, e ora il ministro prevede nel decreto legge sull’Ilva un garante che controlli il rispetto delle norme. Grazie, ambientalisti”. Lo ha detto in tono polemico il direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato.

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/notizia.php?IDCategoria=273&IDNotizia=578232

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...