Processo ILVA

La I sezione penale della Corte di Cassazione, a Roma, ha confermato gli arresti domiciliari per gli ex presidenti dell’ILVA Emilio e Nicola Riva  e per l’ex direttore dello stabilimento di Taranto Luigi Capogrosso, nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla Procura di Taranto per disastro ambientale. La Suprema Corte ha rigettato l’ordinanza del Tribunale della libertà del capoluogo jonico che lo scorso 26 luglio aveva concesso agli imputati gli arresti domiciliari.

Contestualmente, a Taranto, nel processo che vede alla sbarra gli stessi imputati, il giudice Orazio De Simone ha confermato la legittimità di tutte costituzioni di parte civile, eccetto quella della Città di Taranto, perché ente territoriale e non supremo. Esprimono soddisfazione l’Associazione Contramianto e altri rischi ONLUS difesa dall’Avv. Ezio Bonanni e l’Associazione Osservatorio Nazionale Amianto ONLUS difesa dall’Avv. Cataldo Fornari. Rigettate, invece, tutte le richieste delle difese dell’acciaieria più grande d’Europa.

Il giudice De Simone dopo essersi ritirato nelle due camere di consiglio ha, quindi, unificato i due procedimenti penali (n. 2822/99 R.G. P.M. e n. 6392/08 R.G., e n. 9968/09 R.G. P.M. e n. 3390/2010 R.G. GIP), per 15 decessi il primo e 16 il secondo, per un totale di 31 morti per amianto, per i quali sono imputati i responsabili delle società che hanno gestito l’acciaieria, già Italsider, oggi ILVA.

Luciano Carleo, presidente di Contramianto ed Ezio Bonanni presidente dell’ONA auspicano che le vittime e i 30mila esposti, la cui maggior parte sono dipendenti ILVA abbiano giustizia e che vengano rimosse tutte le situazioni di rischio e di pericolo all’interno della fabbrica. L’avvocato Ezio Bonanni, in particolare, polemico con le decisioni del governo Monti, in merito al rinvio alla Consulta della legge salva ILVA, annuncia che entrambe le associazioni interverranno – ad adiuvandum – a fianco della Procura di Taranto nel giudizio che si celebrerà davanti alla Corte Costituzionale, cui gli atti sono stati rinviati dal Tribunale jonico.

Prossima udienza a Taranto il 14 febbraio per le richieste istruttorie.

http://www.ambienteambienti.com/news/2013/01/news/processo-ilva-87548.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...