e ci si mette pure l’Eni!

 

Profitti sempre più gonfi a danno della sicurezza delle merci trasportate. Secondo l’associazione di categoria anche la Tamoil e la Basile Petroli sarebbero coinvolte nella sistematica violazione del dettato normativo

Le società petrolifere, a Taranto, violerebbero la normativa sui costi minimi di gestione. Per costi minimi di gestione s’intende la tariffa che va corrisposta dai committenti alle imprese di trasporto. Operare al di sotto di questa soglia è espressamente vietato dalla normativa nazionale (Decreto legge n.112 del 2008).

Il dettato legislativo non lascia adito ad alcun dubbio: “Con i costi minimi di gestione, al fine di arginare il fenomeno del sottocosto a tutela della sicurezza del trasporto, s’impone a vettori e committenti il rispetto dei parametri tassativamente individuati e non derogabili…”.

Ebbene, secondo l’associazione di categoria “Trasportounito-Fiap”, nel capoluogo jonico, queste parametri verrebbero sistematicamente disattesi. L’obiettivo, sin troppo evidente, è quello di favorire il mercato nero e alimentare esplicite pratiche dedite all’illegalità. Lo scorso mese di dicembre, la stessa associazione, ha presentato un esposto presso la Procura di Taranto. Una denuncia ben circostanziata nella quale emergerebbe il coinvolgimento, tra gli altri, dell’Eni, della Tamoil e di diverse imprese locali: tra cui la Basile Petroli e la Perretti Petroli.

Queste grosse multinazionali, stando a quanto si evince nel documento al vaglio della magistratura tarantina, pur di massimizzare i loro già ingenti profitti sacrificherebbero gli standard minimi di sicurezza nel trasporto di merci infiammabili. Con il sospetto che, organizzazioni criminali, avendo disponibilità per sopperire ai minori ricavi dovuti all’inosservanza dei costi minimi, si stiano infiltrando nel settore del trasporto su gomma.

http://www.cosmo.netsons.org/categoria/13-economia/3258-costi-minimi-trasportounito-denuncia-pratiche-illecite-da-parte-dell-eni.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...