Ilva: Bonelli, Regione non poteva sottoscrivere Aia

Una veduta aerea dello stabilimento dell'Ilva di TarantoUna veduta aerea dello stabilimento dell’Ilva di Taranto

 

 

TARANTO – ”In base all’articolo 3 della legge regionale n.200 del 23 dicembre 2008, la legge sulla diossina, la Regione Puglia non avrebbe potuto sottoscrivere e dare propria autorizzazione alla prima e seconda Aia dell’Ilva a Taranto”. Lo sostiene in una nota il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, consigliere comunale a Taranto, riferendosi all’Autorizzazione integrata ambientale all’Ilva.

”L’articolo 3 – aggiunge – prevedeva che l’Ilva avrebbe dovuto presentare un piano per il campionamento in continuo entro 60 giorni dall’approvazione della legge e l’Arpa avrebbe dovuto procedere alla validazione del piano stesso. Secondo la legge, questo era adempimento necessario e essenziale ai fini del conseguimento delle autorizzazioni necessarie per l’esercizio dell’impianto” E’ noto a tutti che ad oggi il monitoraggio in continuo non è stato realizzato, si sta sperimentando in questi giorni”. A Vendola, conclude il leader ecologista, ”chiedo pubblicamente: perché ha sottoscritto l’Aia del 2011 se la legge regionale lo vietava in assenza del monitoraggio in continuo?”.

http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/istituzioni/2013/10/18/Ilva-Bonelli-Regione-poteva-sottoscrivere-Aia_9481554.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...