Corte diritti umani Ue indagherà sull’ Ilva


STRASBURGO – Dopo Bruxelles anche Strasburgo decide di investigare sugli effetti che le emissioni dell’Ilva avrebbero sulla salute degli abitanti di Taranto. La Corte europea dei diritti umani ha infatti reso noto di aver giudicato, in via preliminare, ricevibile il ricorso presentato dai familiari di Giuseppina Smaltini, morta di leucemia il 21 dicembre scorso. Nel ricorso i familiari sostengono che la malattia della donna è stata causata dalle emissioni prodotte dall’Ilva. Nel comunicare al governo italiano la ricezione del ricorso, la Corte di Strasburgo chiede a Roma di dimostrare di aver fatto quanto doveva e poteva per accertare che non ci fosse alcun nesso tra le emissioni della fabbrica siderurgica e la leucemia che ha ucciso Giuseppina Smaltini.

La donna, ammalatasi nel 2006, aveva presentato una denuncia alla procura di Taranto contro l’Ilva che riteneva responsabile della sua leucemia. Ma per ben due volte la procura ha deciso di rigettare il suo ricorso ritenendo le prove di un nesso tra emissioni e malattia insufficienti. Secondo il marito e i due figli della Smaltini le indagini della procura non sono state condotte adeguatamente. Inoltre nel ricorso viene sostenuto che essendoci invece un nesso tra le emissioni dell’Ilva e il tasso di malati di cancro a Taranto, lo Stato ha violato il diritto alla vita di Giuseppina Smaltini.

I giudici di Strasburgo vogliono quindi ora sapere quali dati avesse a disposizione la magistratura di Taranto quando esaminò la denuncia e se le indagini sono state condotte con la dovuta attenzione. Inoltre la Corte chiede se lo Stato abbia fatto tutto quanto in suo potere per proteggere la salute e quindi la vita della donna.

 

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/anche-la-corte-diritti-umani-ue-decide-di-indagare-su-caso-ilva-no663364

 

Annunci

6 risposte a “Corte diritti umani Ue indagherà sull’ Ilva

  1. non c’è civiltà né giustizia quando si pone una comunità di fronte ad un bivio esistenziale, è letteralmente assurdo dover scegliere tra lavoro e salute

    TADS

    • magari fosse così…questo è quello che “hanno” voluto passare. in realtà la presenza dell’ILVA CEMENTIR ENI, lasciate pascere come hanno voluto (con la connivenza di comune, provincia, regione, Stato) senza controlli alcuni …han fatto si che l’inquinamento eccessivo abbia eliminato ad esempio la cultura delle cozze ( vanto tarantino da anni ed anni), la pesca, l’agricoltura ( si parla di 20 km di raggio dall’ILVA…in realtà con in venti c’è poco da dire…)…finanche il turismo da quello da diporto a quello stanziale….Hanno distrutto una cultura per inculcare il Ricatto Occupazionale…. se ti dicessi che i tarantini a lavorare li dentro sono una piccola percentuale? Come mai abbiamo un tasso di disoccupazione così alto? taranto e i suoi cittadini non “campano” affatto con l’ilva ne tantomeno con il suo indotto….pensa ad esempio che non pagano neanche l’acqua che serve a raffreddare le cokerie e parliamo di acqua potabile….che poi viene riversata in mare come se fosse acqua distillata…..è uno scempio autorizzato. Il problema non è tanto il ricatto occupazionale…quanto la reale presenza di un numero troppo elevato di tumori, di bambini che nascono già con forme tumorali, di donne che diventano sterili……eh insomma qui si parla di SALUTE…anzi a dir la verità si parla di morti. I nostri…..chiediti come mai a Genova l’hanno chiusa e qui no! ecco che Taranto diventa fondamentale per l’italia intera…perchè siamo solo noi ad avere l’aria a caldo….solo noi produciamo la materia prima che poi viene laavorata in altre sedi…a noi resta l’inquinamento, la disoccupazione, i negozi del centro che chiudono giorno dopo giorno…..e le tenate coppie che vanno via per amore dei propri figli……Questa è la realtà….i media passano ciò che serve al “regime”
      M.
      Grazie del passaggio

      • io sono Torinese, avrai certamente sentito parlare della carneficina ETERNIT a Casale Monferrato, migliaia di morti per tre generazioni, un paio di anni fa si è chiuso il processo, il PADRONE ancora in vita, una merda svizzera, è stato condannato a pagare milioni e milioni di euro, si è limitato a dire: non pago niente. Come non bastasse, lo stesso anno della condanna, una organizzazione mondiale lo ha premiato, a Rio de Janeiro, come UOMO ILLUMINATO CHE HA CONTRIBUITO ALLA CRESCITA DELL’UMANITA?

        pensa te.

      • seguita tutta la faccenda ovviamente!
        Sai anche Riva è stato premiato….c’è da non crederci! Anche Riva non pagherà nulla….figuriamoci…quello che più mi fa schifo è l’atteggiamento dello Stato. Da Nord a Sud hanno lasciato martoriare la nazione. Pensa alla terra dei fuochi, pensa alle discariche campane, all’amianto cremasco…etc etc etc…tutto questo a discapito solo esclusivamente nostro ( noi poveri esseri comuni,quelli che lavorano e pagano le tasse ) dei nostri figli….

        pensa te

        M.

      • adesso è saltata fuori, dopo anni di proteste, la centrale a carbone di Vado Ligure, vicino a Savona, anche lì cancro, morti e silenzio assoluto, il padrone è De Benedetti… puoi capire, gli daranno il Nobel

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...