Comune di Taranto e Amiu, al via interventi di pulizia sui litorali

inchiostroverde.it

 

Spiagge pulite. Al via gli interventi sui litorali. Le prime giornate di primavera hanno convinto il Comune di Taranto, in anticipo rispetto agli altri anni, ad avviare tutti gli interventi di pulizia opportuni sulle spiagge libere e sui litorali, per renderle accoglienti al flusso balneare turistico e locale. Il Sindaco ha chiesto all’AMIU la fattiva collaborazione per far sì che questi interventi si possano svolgere nella maniera più celere possibile. “L’obiettivo che ci siamo prefissi- afferma il primo cittadino- è quello di avere spiagge e litorali puliti e pronti ad accogliere visitatori e turisti già per le festività di Pasqua”. L’Amiu, quindi, facendo proprie le indicazioni ricevute dal Comune, ha predisposto dei servizi straordinari che partiranno già dalla prossima settimana. Lido Azzurro, lido Taranto, Lampara-Marechiaro, viale del Tramonto, Porticciolo e Tramontone, spiagge pubbliche di pertinenza del territorio comunale, saranno interessate dagli interventi di pulizia manuale dai rifiuti presenti che saranno raccolti ed accuratamente differenziati. Queste attività di pulizia delle spiagge e litorali proseguiranno fino al 30 maggio, prevedendo quattro interventi settimanali (ogni venerdì, sabato, domenica e lunedì, dalle 7 alle 10). Durante l’estate sarà organizzata un’altra scansione di interventi che terrà conto del flusso balneare. L’attenzione per le aree costiere, non si ferma al litorale ma si estende anche a tutte le aree funzionali al raggiungimento delle spiagge: le temperature miti e le abbondanti precipitazioni dei mesi scorsi, infatti, hanno accelerato la crescita delle erbe infestanti, soprattutto nelle aree meno urbanizzate. Pertanto gli interventi sulle spiagge riguarderanno anche la manutenzione ordinaria del verde lungo le principali arterie di collegamento con il mare. Si parte da viale Jonio, fino a via Circonvallazione dei Fiori e viale Unità d’Italia passando per via per San Vito, via Anello di San Cataldo, via Lido Bruno, via Vizzarro, via Lama, spartitraffico Tramontone, via Mediterraneo, via Arnaldo da Brescia, con interventi di ripulitura delle banchine e di tutte le aree circostanti infestate dalle erbacce e non soltanto di sfalcio della vegetazione, programmati per due mesi. Il Sindaco, confidando sull’infaticabile lavoro delle “tute arancioni”, conclude “Vogliamo restituire un’omogenea sensazione di decoro a chiunque sceglierà di raggiungere nostro litorale già nelle calde giornate di primavera. Tutti i rifiuti raccolti saranno differenziati. Il messaggio che si cerca di diffondere richiama l’attenzione al rispetto per l’ambiente. Gli interventi e le operazioni che gli uomini dell’Amiu effettueranno nei prossimi giorni devono trovare continuità in ciascuno di noi, chiamato a fare la propria parte tutti i giorni, adottando comportamenti virtuosi, differenziando i rifiuti sulle spiagge, ma comunque in qualsiasi luogo, ed avendo cura di preservare l’ambiente, lasciando puliti i luoghi che frequentiamo. Le spiagge pulite sono una risorsa fondamentale per un territorio come il nostro che punta molto sul turismo per il suo rilancio.”

 

http://www.inchiostroverde.it/news/comune-di-taranto-e-amiu-al-via-interventi-di-pulizia-sui-litorali.html

Giuseppe Internò:

“E’ nostra premura ricordare al primo cittadino di Taranto che la spiaggia accanto a Lido Taranto e quella di viale del Tramonto sono state già ripulite dai volontari di Plasticaqquà Taranto negli scorsi mesi. Sarebbe opportuno, a nostro avviso, individuare i luoghi da ripulire solo dopo aver effettuato dei sopralluoghi o dopo aver letto qualcuno degli articoli di giornale che hanno parlato puntualmente dei nostri interventi. Nulla toglie che si possano individuare altre due spiagge da restituire alla cittadinanza in sostituzione di quelle che risultano già pulite.
Speriamo, inoltre, che la raccolta e il successivo smaltimento avvengano tenendo conto della corretta e faticosa differenziazione dei rifiuti così da provare a far accrescere la percentuale di differenziata sui rifiuti totali visto che per l’anno 2012 la stessa si è attestata intorno al 10%. Un risultato, anche questo, che ha relegato la città di Taranto tra gli ultimi posti tra tutti i comuni d’Italia.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...