Sindaco……

 
Il sindaco di Taranto si dice favorevole alla chiusura dell’area a caldo dell’Ilva. Gli industriali jonici sul piede di guerra: “Gravi e destabilizzanti le parole del primo cittadino”
“Taranto può rinunciare all’area a caldo dell’Ilva. Ho anche votato per il referendum che caldeggiava questa opzione”. Se non si tratta di una svolta epocale, poco ci manca. Un cambio repentino – e inaspettato – di strategia. Il sindaco-pediatra, Ippazio Stefàno, sceglie il forum organizzato dal Corriere del Mezzogiorno per illustrare i suoi progetti sul futuro della città jonica. “Gli esperti – continua – mi dicono che si può fare a meno delle cokerie. Si ripeta per lo stabilimento siderurgico di Taranto l’esperienza già compiuta dieci ani fa con l’Ilva di Genova-Cornigliano”.
Le parole di Stefàno non sono affatto piaciute a Confindustria Taranto. L’associazione di categoria le ha prontamente stigmatizzate, arrivando a definirle “estremamente gravi e destabilizzanti”. Agli industriali, inoltre, non è andata giù la bocciatura arrivata da Stefàno sull’eventuale costituzione di una fondazione che si occupi della città vecchia. Che strani i nostri imprenditori. Ricercano lo sviluppo attraverso la cementificazione selvaggia e la salvaguardia di industrie inquinanti fuori dal perimetro della storia. Viaggiano in Smart e hanno imparato che città in inglese si scrive city. Troppo poco per inseguire un progresso che suole definirsi sostenibile, non credete?

Facebook Social Comments

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...